Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Armando Pizzinato 1910-2004. La grafica

A Udine una mostra dedicata al grande artista friulano
27315
Udine
via Cavour 14
Casa Cavazzini
05/01/19
10.30-17

Altre date

19/12/18 - Udine
20/12/18 - Udine
21/12/18 - Udine
22/12/18 - Udine
23/12/18 - Udine
25/12/18 - Udine
26/12/18 - Udine
27/12/18 - Udine
28/12/18 - Udine
29/12/18 - Udine
30/12/18 - Udine
01/01/19 - Udine
02/01/19 - Udine
03/01/19 - Udine
04/01/19 - Udine
06/01/19 - Udine
08/01/19 - Udine
09/01/19 - Udine
10/01/19 - Udine
11/01/19 - Udine
12/01/19 - Udine
13/01/19 - Udine
15/01/19 - Udine
16/01/19 - Udine
17/01/19 - Udine
18/01/19 - Udine
19/01/19 - Udine
20/01/19 - Udine
22/01/19 - Udine
23/01/19 - Udine
24/01/19 - Udine
25/01/19 - Udine
26/01/19 - Udine
27/01/19 - Udine
29/01/19 - Udine
30/01/19 - Udine
31/01/19 - Udine
01/02/19 - Udine
02/02/19 - Udine
03/02/19 - Udine

La Triennale Europea dell’Incisione, alla sua 37^ edizione, presenta al pubblico le suggestive opere del Maestro Armando Pizzinato (Maniago, 1910 - Venezia 2004).

All’interno del progetto “Trittico d’Autore” articolato su tre appuntamenti culturali annuali (2017-2019), risiede la volontà di promuovere un esponente di spicco dell’arte regionale, la cui vastissima produzione ha ottenuto riconoscimenti nazionali e internazionali pur mantenendo un saldo rapporto con i territori d’origine.

Armando Pizzinato 1910-2004. La grafica, organizzata dalla Triennale Europea dell'Incisione in collaborazione con il Comune di Udine, Civici Musei, la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, la Fondazione Friuli e con il patrocinio dell'Università degli Studi di Udine sarà inaugurata venerdì 9 novembre alle ore 18 a Udine, in Casa Cavazzini e proseguirà fino al 3 febbraio 2019. Il catalogo e la mostra sono curati da Giuseppe Bergamini e Enzo Di Martino.

Armando Pizzinato, fin dagli esordi della frequentazione dell’Accademia di Belle Arti a Venezia, ha sempre realizzato opere grafiche utilizzando tutte le tecniche conosciute. All’indomani della guerra, come altri artisti italiani, perviene all’astrattismo con opere nelle quali l’accenno alla figura è ormai del tutto assente o viene inserito in un’avvolgente struttura compositiva di matrice neo-cubista. Tuttavia, già alla fine del 1950 Pizzinato torna alla figurazione realistica anche se bisognerà attendere gli anni Settanta per prendere atto di una sua rinnovata e più libera stagione espressiva nella quale astrazione e figurazione convivono. Il curatore Giuseppe Bergamini afferma: «Era doverosa la presenza dell’arte di Armando Pizzinato nelle mostre che la Triennale promuove dal 1981 e che hanno portato a conoscenza del largo pubblico capolavori di grafica dei protagonisti assoluti della cultura europea dal Cinquecento ad oggi» e ancora «da questa esposizione nasce un profilo pressoché esaustivo della formazione di Pizzinato e della libertà di espressione a cui non volle mai rinunciare».

Sebbene la fama di Pizzinato sia legata principalmente alla sua produzione pittorica (frutto di una sensibile vicinanza alle situazioni storico politiche e ai movimenti artistici che si sono sviluppati negli anni precedenti e successivi al secondo conflitto mondiale), la produzione grafica rappresenta un momento importante della sua creatività, ed è tanto più apprezzabile in quanto espressione prima ed immediata di sensazioni non influenzate dal ripensamento. Per questa ragione, nell’ambito della grafica d’arte, che costituisce per la Triennale Europea dell’Incisione lo specifico terreno d’indagine e documentazione esplorato nelle numerose mostre fino ad ora realizzate, l’opera di Armando Pizzinato occupa un posto di assoluto rilievo.

Un particolare riconoscimento è stato espresso anche da Giuseppe Morandini, Presidente della Fondazione Friuli: «Il valore culturale e didattico è tangibile in questa nuova mostra, dedicata ad un artista che ha saputo onorare la storia e l’arte del nostro territorio, cogliendo grandi influenze e facendole proprie».

Il percorso artistico compiuto da Pizzinato, i numerosi premi e riconoscimenti ricevuti nel corso della carriera e il contatto con le più influenti personalità dell’arte italiana delineano una delle figure più intense del nostro Novecento.

L’Assessore alla Cultura e allo Sport della Regione Friuli Venezia Giulia, Tiziana Gibelli, ha dichiarato: «Siamo lieti di sostenere la nuova proposta espositiva della Triennale, che sarà occasione per scoprire e approfondire l’opera di un altro interprete del complesso e variegato mondo artistico del Novecento». Le cento opere del grande Maestro documentano in modo esauriente un percorso di attenta ricerca e di studio ma anche di creatività istintiva e di libere emozioni, senza tralasciare l’aspetto morale della sua personalità e l’esemplare coerenza politica.

«Accogliamo questa mostra - plaude Fabrizio Cigolot, Assessore alla Cultura del Comune di Udine - quale simbolo di un impegno concreto per la diffusione della conoscenza, della memoria storica del nostro territorio».