Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

La testa del drago

I primi mattoni della Grande Muraglia in un album di fotografie italiane di inizio Novecento
32408
Trieste
via San Sebastiano 1
Civico Museo d'Arte Orientale
22/03/20
10-17

Altre date

09/04/20 - Trieste
10/04/20 - Trieste
11/04/20 - Trieste
12/04/20 - Trieste

Domenica 19 gennaio, alle ore 10.30, presso il Civico Museo d'Arte Orientale, in via S. Sebastiano 1 a Trieste avrà luogo l’inaugurazione della mostra LA TESTA DEL DRAGO. I primi mattoni della Grande Muraglia in un album di fotografie italiane di inizio Novecento, che rimarrà aperta fino al giorno 13 aprile con i seguenti orari: da giovedì a domenica 10-17. Ingresso libero.

La mostra, promossa dal Comune di Trieste e ideata e curata dalla Associazione Culturale Nuove Vie Della Seta di Trieste in occasione della CHINESE WEEK, è ospitata nelle due sale espositive al piano terra e comprende una trentina di fotografie italiane, testimonianza di un viaggio nella costa nord-orientale della Cina durante i primi anni del Novecento, alla scoperta dell'origine e del primo tratto della Grande Muraglia. L’itinerario parte dalla Prima Torre sulla Montagna Jiao Shan, prosegue verso la città fortificata di Shanhaiguan e altre zone circostanti – Tienjin, Tangshan – fino ad arrivare alla Tomba dei Ming a Nanchino sul Fiume Azzurro. Le fotografie sono ambientate principalmente a Shanhaiguan (山海关), il "Passo dei monti e del mare", dove la muraglia incontra il mare del golfo di Bohai, noto all’epoca come golfo di Pechili. Nel 1381, durante la dinastia Ming (1368-1644), il generale Da Xu avviò la costruzione di una città militare nei pressi del passo, ma fu il generale Ming Qi nel tardo XVI secolo a renderlo uno dei passi più fortificati dell’intera Cina. Conosciuto anche come passo di Shanhai, è il tratto della Grande Muraglia meglio conservato e che ha mantenuto parte dei materiali di costruzione originali composti da sciroppo di riso glutinoso, terra, sabbia e calce. Su uno degli archi di entrata sono state incise le parole “Il Primo Passo sotto il Paradiso”, un altro nome usato per indicare il passo di Shanhai. Il punto preciso in cui la muraglia di Shanhaiguan incontra il mare di Bohai è conosciuto come Laolongtou, “la Vecchia Testa Del Drago”. Le acque si infrangono su una fortezza militare la cui forma ricorda la testa di un drago.

Come di consueto in occasione delle esposizioni ospitate dal Museo, la mostra è stata lo spunto per valorizzare beni culturali di proprietà del Civico Museo d'Arte Orientale: la vetrina centrale della prima sala, infatti, ospita una selezione – curata dal conservatore, Michela Messina – di opere d'arte cinese dei secoli XVIII e del XIX provenienti dal deposito del museo, tra cui alcuni manufatti in porcellana mai esposti in precedenza e il rompicapo cantonese in avorio a sfere concentriche, da sempre molto amato dal pubblico triestino.