Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

La bella addormentata

A Trieste l'opera di Pëtr Il'ič Čajkovskij
27672
Trieste
Riva Tre Novembre
Teatro Verdi
07/12/18
20.30 (venerdì anche ore 15, domenica solo ore 16)

Per “La Bella Addormentata” di Pëtr Il'ič Čajkovskij, la Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste ha scelto la compagnia di balletto dell’Odessa Academic Opera and Ballet Theatre diretta da Olena Baranovska che, avendo alle spalle una storia di successi iniziata nel 1923, si contraddistingue per una vitalità creativa che permette di raggiungere risultati professionali di altissimo livello.

Sul palcoscenico del Teatro Verdi si esibiranno oltre 60 ballerini, su libretto di Ivan Aleksandrović Vsevoložskij (il direttore dei teatri imperiali che, nel maggio 1888, propose a Čajkovskij la produzione di un balletto tratto da Perrault sul soggetto della bella addormentata) e di Marius Petipa (nell’anno del duecentesimo anniversario della sua nascita), cui si deve anche la coreografia storica. L’Orchestra della Fondazione sarà diretta da Igor Chernetski, scene di Evgeniy Gurenko, costumi di Sergey Vasilyev, luci di Vyacheslav Usherenko.

“Pur mantenendo vive le migliori tradizioni artistiche europee” – spiega il Sovrintendente della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, Stefano Pace – “l’Odessa Academic Opera and Ballet Theatre è ben inserita nel contesto culturale contemporaneo. I suoi Maestri di Ballo, che hanno ricevuto il riconoscimento di People’s and Honoured Artistshave, hanno lavorato nei migliori palcoscenici dell’Europa Occidentale”.
Molti dei ballerini solisti, tra i quali ammireremo al Verdi Olena Dobryanska e Natalia Ivasenko (nel ruolo della principessa Aurora) e Stanislav Skrynnik e Dmitriy Sharay (in quello del principe Désiré), sono vincitori di famosi concorsi internazionali in Italia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Polonia, Spagna, Germania, Russia, Portogallo, Giappone. Fra questi, il Concorso Young Ballet of the world di Sochi (2010), il Crystal Slipper di Kharkiv (2009), l’International Ballet Competition di New York (2008), il Valentyna Kozlova di Boston (2009), The Young Ballet of the world di Sochi (2009) e l’Orlando International Ballet Competition (2012).

“La popolarità dell’Odessa Academic Opera and Ballet Theatre – afferma Pace – “è frutto di numerose tournée all’estero, nei festival internazionali in Italia, Spagna, Grecia, Gran Bretagna, Finlandia, Germania, Francia, Svizzera, Stati Uniti, Giappone, Canada, Emirati Arabi Uniti, Bulgaria, Libano, Cina, Corea e Cipro”.

Il repertorio della compagnia comprende oltre 15 produzioni, tra cui i classici di P. I. Čajkovskij, i capolavori immortali de Il lago dei cigni, Lo schiaccianoci, La bella addormentata; i balletti di Ludwig Minkus Don Chisciotte, Paquita, LaBayadère; Giselle di Adolph Adam, le produzioni di balletto moderno La saga della primavera e L’uccello di fuoco di I. Stravinskij, Yell con la musica di compositori del XIX-XX secolo, il Gala Nureyev Forever… e Fates di Y. Gomelskaya”.

Secondo per ordine di composizione dei tre balletti di Čajkovskij, “La bella addormentata” fu rappresentata per la prima volta a San Pietroburgo il 15 gennaio 1890 ed ebbe subito un grande successo.

A Trieste venne proposta nel 1961 dall’International Ballet of the Marquise De Cuevas e successivamente nel 2012 dal Balletto dell’Opera di Kiev.