Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Il mare - La nostra vita

Esposta la più grande collezione privata sulla pesca
36186
Trieste
Porto Vecchio
Magazzino 26
25/10/20
mercoledì e venerdì 14-19; sabato e domenica 10-19
gratuito

Altre date

21/10/20 - Trieste
23/10/20 - Trieste
24/10/20 - Trieste
28/10/20 - Trieste
30/10/20 - Trieste
31/10/20 - Trieste

La mostra Il mare – La nostra vita: memorie di una famiglia di pescatori di Aurisina è visitabile a Trieste e propone i frammenti della vita della famiglia di pescatori dei Caharija, una famiglia slovena di Aurisina, in provincia di Trieste, chiamata ancora oggi Babčevi. La mostra riunisce quella che è la più grande collezione privata sulla pesca, appartenuta ai Caharija per cinque generazioni. Nel 2018 la famiglia ha deciso di donare l’intera collezione al Museo etnografico sloveno di Lubiana. I beni oggetto della donazione vanno ad aggiungersi allo zoppolo dei Caharija, ossia la čupa Marija, l’unico zoppolo marino interamente conservato in assoluto, che fa parte dell’inventario del Museo etnografico sloveno dal 1947 e ne costituisce uno dei beni museali più preziosi.

Attraverso gli scorci della storia della famiglia di pescatori Caharija il visitatore è invitato a scoprire i vari aspetti della quotidianità e delle festività dei pescatori di Aurisina e delle loro famiglie che per secoli hanno raggiunto il mare scendendo tra i terrazzamenti coltivati a uliveto e a vigneto.

Vengono così presentati gli attrezzi utilizzati durante la pesca, i vari metodi di pesca, soprattutto la pesca del tonno che rivestiva un ruolo molto importante dal punto di vista economico e sociale, gli attrezzi usati durante la vendita e la lavorazione del pesce, la gastronomia, i vari tipi di natanti e le loro parti, la riparazione e la costruzione dei natanti, il sentiero dei pescatori … Un particolare approfondimento è stato dedicato allo zoppolo, chiamato čupa, di cui la famiglia Caharija conserva le memorie scritte sulla costruzione dell’ultimo esemplare, custodito dal SEM.

La mostra è accessibile a diverse tipologie di visitatori, che potranno scoprire il territorio carsico tramite i suoni, gli odori e il tatto. Tra le caratteristiche di massima importanza citiamo la sua accessibilità virtuale – l’accessibilità dei contenuti anche sui media digitali.

La mostra inoltre prevede la proiezione dei seguenti documentari: Čupa, plovilo slovenskih ribičev / Čupa, the Vessel of the Slovene Fishermen / Čupa, l'imbarcazione dei pescatori sloveni; Spomini nabrežinskega ribiča / Memories of a Nabrežina Fisherman / Ricordi di un pescatore di Aurisina; Spomini na strica ribiča/ Remembering the Fisherman Uncle / Ricordando lo zio pescatore;  e la visita virtuale al Ribiški muzej tržaškega primorja / Museo della Pesca del Litorale Triestino.