Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Elitre

A Trieste le opere di gioiello contemporaneo della designer Ylenia Deriu
28236
Trieste
via dei Tominz 4
Civico Museo di Storia Naturale
15/03/19
10-17

Altre date

20/03/19 - Trieste
21/03/19 - Trieste
22/03/19 - Trieste
23/03/19 - Trieste
24/03/19 - Trieste
25/03/19 - Trieste
27/03/19 - Trieste
28/03/19 - Trieste
29/03/19 - Trieste
30/03/19 - Trieste
31/03/19 - Trieste
01/04/19 - Trieste
03/04/19 - Trieste
04/04/19 - Trieste
05/04/19 - Trieste
06/04/19 - Trieste
07/04/19 - Trieste
08/04/19 - Trieste
10/04/19 - Trieste
11/04/19 - Trieste
12/04/19 - Trieste
13/04/19 - Trieste
14/04/19 - Trieste
15/04/19 - Trieste
17/04/19 - Trieste
18/04/19 - Trieste
19/04/19 - Trieste
20/04/19 - Trieste
21/04/19 - Trieste
22/04/19 - Trieste
24/04/19 - Trieste
25/04/19 - Trieste
26/04/19 - Trieste
27/04/19 - Trieste
28/04/19 - Trieste

Esposte opere di gioiello contemporaneo della designer Ylenia Deriu, con la curatela scientifica dell’entomologo Andrea Colla. Testi di Andrea Colla, Nico Covre e Tiziana Pers.

L'esposizione, che sarà visitabile fino al 28 aprile, si svolge nell’ambito del progetto RAVE East Village Artist Residency, e anticipa le celebrazioni per la ricorrenza del Darwin Day (12 febbraio, giorno della nascita di Charles Darwin) anche con eventi collaterali: due incontri pubblici a partire dall'evoluzione e dalle incredibili ultrastrutture di coleotteri e farfalle.

Quando si parla di estinzione, generalmente il pensiero va ai grandi mammiferi, creature fortemente iconiche che l'uomo sta decimando mediante caccia, pesca, inquinamento e deforestazione: elefanti, rinoceronti, balene, gorilla, panda stanno scomparendo dal nostro presente. Ma se questo accade nell'indifferenza del nostro quotidiano, ancora più assordante è il silenzio che riguarda creature che percepiamo come lontanissime, ma molto più prossime e centrali di quanto si pensi: gli insetti condividono le nostre case e le nostre sorti, dominano in ogni ambiente non marino e a loro è legato il futuro della vita su questo pianeta. Le dimensioni di questi piccolissimi animali, così come l’aspetto e il movimento, amplificano la percezione della loro diversità rispetto al modello dominante incentrato sull'uomo.

All’interno degli spazi del museo saranno esposte quindici opere di gioiello contemporaneo, sviluppate dall’artista Ylenia Deriu a partire dalla ricerca sul mondo degli insetti realizzata in collaborazione con Andrea Colla, entomologo del Museo Civico di Storia Naturale di Trieste. Tra le migliaia di specie presenti nella collezione del museo sono state individuate le più significative in relazione ai cambiamenti ambientali in atto, sia in ambito locale che internazionale. Gli esemplari selezionati, tutti appartenenti alla famiglia dei coleotteri, sono stati analizzati al microscopio passando in rassegna strutture, forme, colorazioni tra le più diverse e inaspettate. Queste incredibili composizioni, prodotte da una storia evolutiva durata centinaia di milioni di anni, sono diventate lo spunto per un progetto di design sperimentale e un’occasione per raccontare storie tanto silenziose quanto importanti.

Ylenia Deriu, in particolare, si è focalizzata sulla rappresentazione delle elitre, stravolgendone la scala, e ha reinterpretato le micro strutture che caratterizzano ciascun insetto per renderle visibili a occhio nudo, trasformandole in ornamenti per il corpo. Ha realizzato quindi una serie di quindici spille in cui le diverse strutture sono state imitate attraverso un’ampia sperimentazione di tecniche di lavorazione e di materiali, spaziando dall’ottone al carbone, dal gesso all’oro, dalle perline di vetro alle pietre dure, dal Corian al filo di nylon, dalla resina al rame. L’eterogeneità dei materiali e la complessità delle strutture sono state racchiuse ed esaltate nella sintesi data alla forma di ciascun oggetto.

Le spille realizzate verranno distribuite lungo tutto il percorso espositivo del Museo, accostate all’insetto che le ha ispirate. La loro presentazione verrà accompagnata dalla storia che racconta il cambiamento ambientale in atto in relazione all’insetto specifico.

L’azione dell’uomo e i rapidi cambiamenti ambientali del nostro tempo hanno conseguenze tanto dirette quanto pesanti sulla vita degli insetti: studi rigorosi condotti in alcuni parchi naturali della Germania stimano che negli ultimi decenni la popolazione totale degli insetti abbia subito una diminuzione pari al 70%, mentre analoghi studi condotti in altre nazioni, come in Inghilterra, riportano valori poco meno allarmanti. Numeri impressionanti, che stanno causando ripercussioni sulle popolazioni di uccelli insettivori, sui vertebrati la cui dieta negli stadi giovanili è prevalentemente basata sugli insetti, come pesci d’acqua dolce e anfibi, sulle piante che affidano agli insetti l’impollinazione e dunque la riproduzione. Tutto ciò e molto altro avrà delle conseguenze dirette sulle nostre vite in modi che neanche riusciamo ad immaginare.

Nell’ambito della mostra avranno luogo i seguenti incontri: sabato 2 febbraio, DETTAGLI INCREDIBILI - Coleotteri e Farfalle della mostra ELITRE allo stereomicroscopio. Sabato 16 febbraio, EVOLUZIONE SOTTO GLI OCCHI - Le prove dell’Evoluzione osservando i reperti del Museo. Ambedue gli incontri saranno a cura di Andrea Colla e si svolgeranno presso il laboratorio di entomologia e microscopia alle ore 11, 12 e 13, a gruppi di massimo 15 persone.

Ylenia Deriu è designer di accessori e gioiello contemporaneo. La sua ricerca trova ispirazione nella complessità morfologica della natura e nella razionalità della produzione industriale. Particolare inclinazione per ottone, legno, tessuto e qualsiasi materiale possa essere modellato, tagliato, cucito o saldato. Ha partecipato a diverse esposizioni personali e collettive in musei e gallerie in ambito internazionale, tra cui MAD Museum of Art and Design, New York (USA); Reinstein|Ross Gallery, New York (USA); The Norton Museum of Art, Palm Beach (USA); Art Gallery PUTTI, Riga (Lettonia); ARTLIFE Gallery, Venezia.

RAVE EAST VILLAGE ARTIST RESIDENCY è un progetto ideato dalle artiste Isabella e Tiziana Pers che apre la discussione sul ruolo e la responsabilità dell'arte contemporanea nei confronti dell'alterità animale e sulla necessità di ripensarsi in una prospettiva biocentrica. Promuove la ricerca e sostiene il dialogo interdisciplinare nel borgo storico di Soleschiano (Manzano, Ud) dove vivono animali salvati dal macello.

RAVE è realizzato dall’aps East Village con il supporto della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e la collaborazione di All/Università degli Studi di Udine, Trieste Contemporanea, Gallinae in Fabula,  Musiz Foundation, Oipa e Vigne Museum. Main partner Vulcano unità di produzione contemporanea.