Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Speleo2018

A Trieste in mondo delle grotte in una mostra fotografica
24744
Grotta Impossibile (ph. Ivan Kletecka)
Trieste
Corso Cavour 2
Magazzino delle Idee
09/04 e fino al 29/04
10-19

Un'occasione unica per immergersi nel mondo delle speleologia e conoscere la storia e l'evoluzione di questa disciplina che da 130 anni esplora il mondo sotterraneo, svelandone i misteri e la bellezza. Una mostra fotografica permanente, la proiezione di filmati in 3D e un convegno regionale con la partecipazione di tutti i 23 gruppi speleologici operanti in Friuli Venezia Giulia.

Tutto questo è Speleo2018 - Studi e immagini di una storia infinita, manifestazione organizzata dalla Federazione Speleologica Regionale del Friuli Venezia Giulia e dalla Regione Friuli Venezia Giulia in programma da lunedì 9 aprile a domenica 29 aprile presso il Magazzino delle Idee (Corso Cavour 2) a Trieste, con ingresso gratuito.

La mostra fotografica permanente, che verrà inaugurata lunedì 9 aprile alle ore 18.00 e sarà aperta al pubblico tutti i giorni (dal 9 al 29 aprile, dalle ore 10.00 alle ore 19.00) permetterà di conoscere le diverse attività svolte dai 23 gruppi aderenti alla Federazione Speleologica Regionale.

Le loro discese in quel dedalo di gallerie che caratterizza il territorio del Friuli Venezia Giulia ha permesso, negli anni, di scoprire e censire quasi 8.000 grotte, da quelle più accessibili e turistiche (come la Grotta Gigante o quella delle Torri di Slivia) a quelle più inaccessibili e ostiche, ma di estremo fascino. Il materiale e gli oggetti esposti forniranno inoltre un interessante excursus sui diversi ambiti di studio della speleologia, da quella legata animali che vivono nelle grotte, come il famoso proteo, a quella subacquea, passando per gli studi inerenti i riempimenti delle grotte, veri e proprio archivi del passato, e l'evoluzione dell'illuminazione in ambiente ipogeo.

Giovedì 12 (alle ore 16.30 e alle ore 19.00) e venerdì 13 aprile (alle ore 16.30) verrà proiettata una serie di filmati tridimensionali che racconteranno, in modo estremamente coinvolgente, l'incredibile e in parte sconosciuto mondo sotterraneo: un viaggio alla scoperta delle bellezze ipogee che grazie al 3D acquisteranno un fascino assolutamente unico.

Sabato 14 (dalle ore 9.30 alle 0ore 18.30) e domenica 15 aprile (dalle ore 10.00 alle ore 14.00) appuntamento con il convegno regionale della Federazione Speleologica Regionale: una due giorni ricca di interventi che verteranno su tutti gli aspetti legati all'esplorazione e allo studio del sottosuolo con la partecipazione dei gruppi regionali che lavorano e praticano la speleologia a tutti i livelli. Dibattiti e interventi che racconteranno esplorazioni e novità su aree carsiche, speleosubacquea, didattica, catasto, documentazione, ricerche scientifiche, associazionismo, sicurezza e soccorso, collaborazioni e progetti. Per iscrizioni al convegno: http://eventi.regione.fvg.it/Eventi/dettaglioEventoAnteprima.asp?evento=10922

La manifestazione vuole essere una vetrina per la popolazione nonché un attrattore unico e particolare di turismo eco sostenibile. L’obiettivo è quello di far conoscere una passione ignota a tanti, ma estremamente preziosa e mostrare le bellezze naturali che il mondo ipogeo riserva: luoghi che senza le attività dei gruppi speleologici resterebbero nascoste ai più.

L’importanza della manifestazione è sottolineata dal fatto che viene coorganizzata dalla FSRFVG e dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia tramite il suo ufficio stampa e comunicazione e il Servizio Geologico.

Al termine della manifestazione, è in programma la raccolta dei lavori presentati per la pubblicazione dei relativi Atti, in formato pdf, da mettere a disposizione gratuitamente e liberamente sui siti istituzionali della RAFVG e della FSRFVG.