Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Live music

Patty Pravo

Unica data nel Nordest del nuovo tour
23044
Venezia
Campo San Fantin 1965
Gran Teatro La Fenice
24/02/18
21
35-78

Un racconto in musica per celebrare oltre 50 anni di successi. La prima parte del concerto, accompagnata dall’Orchestra, si ispirerà al repertorio francese di Patty Pravo, la seconda sarà un viaggio nei suoi successi, da La bambola a Ragazzo triste, passando per Il Paradiso, Se perdo te, fino ai più recenti L’immenso, Unisono, Il vento e le rose, accompagnata dalla sua band rock.

“…La cambio io la vita che” Tour 2018  prende il nome da alcuni versi  dalla canzone “E dimmi che non vuoi morirefirmata da Vasco Rossi e Gaetano Curreri. Un progetto elegante e sensuale, come nello stile di Patty Pravo, che proprio nell’esecuzione orchestrale sembra dare sostanza a un suo sogno da adolescente: “Fino ai quindici anni ero convinta che sarei diventata direttrice d'orchestra, al limite una pianista”, ha dichiarato recentemente. L’autoritratto intimo e sincero di una donna imprevedibile, sempre pronta a ricominciare, a innovare e a rinnovarsi, senza che il tempo le passi addosso.

L’avventura artistica di Nicoletta Strambelli (il suo vero nome) inizia da Venezia negli anni ’60 e proprio da Venezia parte con questo omaggio a se stessa , e va alla ricerca di Patty, la donna che diventerà una stella della musica italiana.

Un talento multiforme: ha cantato in otto lingue, con decine di successi planetari. È una dei 7 cantanti italiani che ha superato il tetto dei cento milioni di copie vendute: basti pensare che il singolo La bambola ha venduto da solo, nelle sue multiple versioni, 40 milioni di copie, risultando una delle canzoni italiane più famose anche all'estero. Su nove partecipazioni al Festival di Sanremo è arrivata otto volte in finale, ottenendo inoltre numerosi premi speciali, tra cui quattro premi della critica, che si aggiungono ad altri prestigiosi riconoscimenti nazionali ed internazionali.

Una personalità esplosiva, spesso in anticipo sui tempi e sule mode, capace di attrarre poeti come Ezra Pound, Léo Ferré e Vinícius de Moraes, artisti come Lucio Fontana, Tano Festa e Mario Schifano, musicisti come Mick Jagger, Jimi Hendrix e Robert Plant. La sua storia, iniziata nei favolosi anni Sessanta che scalpitavano di libertà e anarchia, gli anni del più clamoroso rinnovamento generazionale del secolo scorso, attraversa il Novecento fino ai giorni nostri. E svela il misterioso rapporto tra Patty e Nicoletta, tra il personaggio e la donna, tra la vita sotto i riflettori e la vita, semplicemente.