Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Live music

North Czech Symphony Orchestra

Anche il pianista Leonardo Pierdomenico per l'esordio della stagione musicale
31421
Monfalcone

23/10/19
20.45
7
Monfalcone
corso del Popolo 20
Monfalcone

È l’imponente North Czech Symphony Orchestra diretta da Alfonso Scarano ad aprire, mercoledì 23 ottobre alle 20.45, il cartellone dei concerti del Teatro Comunale di Monfalcone. Al suo fianco Leonardo Pierdomenico, fra i pianisti più interessanti della sua generazione, che dopo aver conquistato a soli 18 anni il prestigioso Premio Venezia si è imposto sul panorama internazionale vincendo il Concorso Van Cliburn.
Principale complesso sinfonico della Repubblica Ceca, la North Czech Symphony Orchestra è stata fondata nel lontano 1838 e nella sua lunga storia ha ospitato importanti personalità della scena musicale: Richard Strauss, Ferruccio Busoni, Pablo de Sarasate, Eugène Ysaÿe, Alexander Zemlinsky, per citarne soltanto alcuni. A Monfalcone si presenta con il suo attuale direttore stabile, Alfonso Scarano, artista di caratura internazionale (dal 2017 è il Direttore Principale della Thailand Philharmonic Orchestra di Bangkok) che ha frequentato spesso i palcoscenici del Friuli Venezia Giulia.
Il programma del concerto, realizzato in collaborazione con il CIDIM, prevede due straordinarie pagine di Dvořák: l’insolito Concerto op. 33 per pianoforte e orchestra, redatto in un periodo di grande fervore creativo, che si caratterizza per l’esplicita impostazione sinfonica, e la Suite Ceca op. 39, di analoga matrice folclorica, composizioni che esprimono l’esuberanza inventiva del compositore boemo, che trae continue suggestioni dalle melodie popolari della sua terra

A completare il programma della serata la Sinfonia K 504 “Praga” di Mozart, composta a Vienna nel dicembre 1786 ed eseguita per la prima volta a Praga il 19 gennaio 1787, due giorni dopo il fortunatissimo allestimento presso il Teatro Nazionale delle Nozze di Figaro. La partitura, che coniuga mirabilmente serietà di elaborazione e magistero tecnico, segna una tappa decisiva nella maturità sinfonica dell’autore e anticipa il Mozart grandissimo delle ultime tre Sinfonie.


Alle ore 20, al Bar del Teatro, nell'ambito di "Dietro le quinte", la rassegna di incontri ad anticipare tutti gli appuntamenti in cartellone, avrà luogo un saluto inaugurale e una breve presentazione del concerto a cura di Federico Pupo, direttore artistico della stagione musicale.