Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Miracle Pictures

Esposte le opere del pittore berlinese
30087
Sesto al Reghena

Museo di Arte Sacra Contemporanea
15/07 e fino al 20/07

Art Aia- Creatives / In / Residence nasce come residenza internazionale per artisti in grado di favorire il processo creativo all´interno di un contesto naturale. Nel corso degli ultimi anni il centro si è spinto nella direzione delle pratiche artistiche in funzione della sostenibilità ambientale vista anche l´urgenza del cambiamento climatico.

La Residenza inoltre ospita masterclass e workshop nel campo dell´arte, del cinema e del teatro nell´ottica dello sviluppo del talento individuale. "L´idea di dar vita a questo progetto è nata da un sogno, una visione. La natura ispirante della campagna friulana mi ha spinto a immaginare un luogo dove i creativi potessero sviluppare e affinare le loro tecniche e il loro processo creativo. Una sorta di officina di talenti condensata in un luogo di natura rurale", afferma il fondatore , attore e regista Giovanni Morassutti.

"Attraverso delle open call – confida Morassutti – ricevo numerose proposte e candidature da tutto il mondo. La selezione si basa sulla determinazione dei partecipanti e sulla qualità del progetto. Nonostante io voglia consentire agli artisti di sentirsi liberi dalla pressione di produrre un risultato da mostrare al publico sto anche sviluppando delle collaborazioni con spazi espostivi più istituzionali, in modo da dare la possibilità di esporre i contenuti elaborati durante la residenza a un pubblico esterno. Ad esempio quest´anno il pittore berlinese Paul Wesenberg esporra le sue opere dal 15 al 20 luglio all´interno del Museo di arte sacra contemporanea, grazie al sostegno del Comune di Sesto al Reghena, in modo tale da poter instaurare un dialogo con la comunità locale in un‘ottica di condivisione e diplomazia culturale“.

"Come direttore artistico di Art Aia-Creatives / In / Residence – conclude – intendo infine sviluppare ulteriormente gli scambi culturali e la sperimentazione artistica creando delle collaborazioni con altri spazi del territorio in modo da instaurare un processo culturale basato sulla condivisione e sulla mobilità anche a livello internazionale. In passato gli artisti ospitati in Friuli hanno sempre apprezzato la gentilezza degli abitanti del luogo come anche la qualità della vita. Ad esempio durante le riprese del mio documentario Personal Dream Space sono rimasto colpito quando John Strasberg, di fronte a un piatto di pitina e polenta, in una piccola frasca del circondario, disse che non aveva mai fatto una esperienza cosi genuina e che gli sembrava di essere andato a cena in una casa privata. Il progetto quindi mira anche allo sviluppo del turismo culturale valorizzando al meglio le risorse locali".