Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Live music

Maurizio Baglini

In concerto dal Verdi di Pordenone, senza pubblico ma in streaming
34147
Maurizio Baglini (© Davide Cerati)
Pordenone

28/05/20
18.30
4
Pordenone
via Martelli 2
Pordenone

Con le nuove norme che regolano la cosiddetta Fase 2, ci si trova ora a un passo dalla possibile riapertura dei teatri e dalla ripartenza “live” del mondo dello spettacolo, anche se con tutti i restringimenti di sicurezza dettati dall’emergenza ancora in corso.

Già nelle scorse settimane, il Teatro Verdi di Pordenon, per voce del suo presidente Giovanni Lessio, aveva pubblicamente spostato l’attenzione sugli artisti lanciando un appello al mondo delle istituzioni e della cultura, perché agli artisti fosse permesso di lavorare sul palcoscenico del teatro, anche in assenza di pubblico.

A sostegno dell’impegno del Teatro, il sindaco Alessandro Ciriani sottolinea come «l’iniziativa del Verdi ha un valore centrale: è il segnale concreto e simbolico di una città che - pur nelle forme compatibili con le limitazioni normative - vuole ritornare a brillare della vitalità culturale e artistica che l’ha resa punto di riferimento. Il Comune sta lavorando con le associazioni e le istituzioni cittadine culturali proprio in questo senso, per recuperare il terreno perduto durante la lunga emergenza».

Giovedì 28 maggio, in occasione del 15° anniversario dell’inaugurazione del Verdi, è in programma alle 18.30 sul palco del teatro un concerto per piano solo del Maestro Maurizio Baglini.

Pianista di fama internazionale, oltre che consulente artistico del Verdi, Baglini è universalmente celebrato per il suo straordinario virtuosismo nell'eseguire la “Nona” di Beethoven nella trascrizione per pianoforte solo di Franz Liszt: oltre a lui, solo altri otto i pianisti al mondo affrontano questa difficile composizione.

La platea sarà rigorosamente vuota, ma la sua esibizione sarà trasmessa in diretta sul canale Facebook del Teatro e sul ledwall che campeggia all’esterno del Verdi così da poter essere vista e sentita da tutti. Il concerto sarà anche videoregistrato, in linea con quanto il Teatro già da anni ha svolto in termini di produzione video-discografica e stratificazione della propria memoria.