Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Folklore

Mare Nordest

Con Trofeo internazionale di fotografia subacquea
19404
19/05 e fino al 21/05

I Mestieri e Misteri del mare saranno i protagonisti assoluti di Mare Nordest 2017, la manifestazione incentrata su tutto quanto ruota attorno al mondo del mare in programma al Molo IV e sulle Rive di Trieste dal 19 al 21 maggio. L'evento proporrà tre giorni intensissimi di eventi e incontri a ingresso libero che coinvolgeranno le principali figure professionali che ruotano attorno all'ambiente marino in vari ambiti (trasporti, cantieristica, subacquea professionale e ricreativa, ricerca scientifica, ambiente, sport acquatici, turismo e promozione del territorio) nell'intento di interessare non solo gli operatori del settore, ma anche i cittadini di ogni età, evidenziando le migliori conoscenze e competenze attualmente presenti sul territorio e tracciando alcune prospettive per il futuro.

Promossa da Trieste Sommersa Diving in co-organizzazione con il Comune di Trieste, la manifestazione si pone infatti l'obiettivo di porsi come punto di riferimento per la promozione della “cultura del mare” e del dialogo sulle prospettive di sviluppo economico, occupazionale, scientifico e turistico connesse ad esso.

Sono state confermate anche quest'anno le collaborazioni con il WWF - AMP (Area Marina protetta)di Miramare, con OGS (Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale) di Trieste - coinvolto nei tre giorni di attività anche con la presenza di vari ricercatori in veste di relatori - e con l'Università degli Studi di Trieste, presente con un gruppo di ricercatori del DMG - Dipartimento di Matematica e Geoscienze, a cui quest'anno si affianca la presenza del Museo Nazionale dell'Antartide.

Tra le novità 2017, si segnalano l'esposizione pittorica di opere di Nello Pacchietto che ritraggono spazi ed acque del nordest, da Pola a Venezia e due rappresentazioni teatrali: "La cameriera del Rex" e (in, collaborazione con il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia), "L'ultimo viaggio del Baron Gautsch" di Pietro Spirito, ispirate a temi “marinari”.

La manifestazione ha visto in questa edizione un ulteriore coinvolgimento degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado attraverso il concorso "Un mare di plastica”, per cui i ragazzi hanno dovuto immaginare e raccontare il proprio rapporto con il mare e come propongono di combattere il fenomeno delle microplastiche.

Un tema, quello dell'inquinamento marino da plastiche su cui si soffermeranno lo scrittore e accademico Nicolò Carnimeo e Bruno Dumontet, curatore del progetto di monitoraggio “Expedition Med”.

Tra i relatori che si alterneranno all'interno dei seminari, spicca l'intervento dello Yacht Designer triestino Alberto Mancini e del Contrammiraglio Francesco Chionna, già Comandante del Comsubin (Comando subacquei e incursori) che si soffermerà sulle opportunità socio-economiche per l'Italia derivanti dagli affondamenti volontari di vecchie navi e in particolare sulle possibilità offerte alla nostra città di ospitare un parco tematico sottomarino (il progetto del Parco Navale di Trieste) che fungerebbe da interessante richiamo per il turismo subacqueo con relative positive ricadute economiche per tutto il territorio.

Ancora più internazionale, con partecipazioni da tutti i Continenti, il Trofeo Internazionale di Fotografia Subacquea “Città di Trieste – Memorial Moreno Genzo”. Oltre ai seminari di carattere scientifico e informativo, anche quest'anno verrà riproposta la mostra delle opere che hanno partecipato al Photo Contest dedicato al Mare Mediterraneo e alla città di Trieste organizzato da Trieste Sommersa Diving con il patrocinio del Comune di Trieste e del Museo Civico di Storia Naturale di Trieste e ideato e coordinato dal fotografo subacqueo Emanuele Vitale (Campione Italiano di Fotografia Subacquea 2011 nella categoria Compatte) con lo scopo di aprire una finestra sul mondo che si trova appena sotto la superficie del nostro mare e far conoscere a tutti le splendide creature che lo popolano, per aumentarne il rispetto, la salvaguardia e la conoscenza.

L'attività di tutela delle acque di Trieste rimane uno dei cardini della manifestazione, con la III operazione Clean Water, consistente nella pulizia dei fondali (la mattina di domenica 21 maggio) di fronte a Piazza Unità. Non mancheranno nell'occasione le dimostrazioni di salvataggio in mare con l'ausilio di unità cinofile.

“Mare Nordest raggiunge il traguardo della sesta edizione: per Trieste Sommersa Diving, associazione culturale e sportiva senza fini di lucro, si tratta di una grossa soddisfazione, che ci ripaga del nostro impegno per la sua realizzazione. In questi anni abbiamo visto crescere l’evento, sia nei partner che hanno deciso di contribuirvi consentendoci di incrementare il numero di attività e incontri, sia nella partecipazione del pubblico. Nel 2017 abbiamo deciso di dedicare Mare Nordest a “I mestieri e i misteri del mare”, perché tante sono le professionalità che ruotano attorno all’elemento blu e molti sono i segreti che ancora circondano le acque e le sue profondità, che vogliamo contribuire a raccontare. Per questo motivo daremo spazio ai lavori più tradizionali e a quelli più attuali, con interventi di maestri d'ascia, comandanti di navi e designer. E non mancheranno gli appuntamenti su alcuni affascinanti segreti legati al mare, svelati ad esempio dall'archeologia subacquea e dalle spedizioni di ricerca in Antartide. L'augurio è che il ricco programma desti l'interesse del pubblico, invitato a sostenere il nostro sogno più grande: il progetto del Parco Navale di Trieste, che sarebbe il primo esempio in Italia di Scuttling, cioè di affondamento volontario di una nave per il ripopolamento della flora e della fauna marina” hanno affermato Roberto Bolleli ed Edoardo Nattelli, rispettivamente Presidente e Segretario dell'Associazione Trieste Sommersa Diving, ideatrice dell'evento.

PROGRAMMA

 

Venerdì 19 maggio

Ore 9.00 - Apertura della manifestazione e saluti delle Autorità

Ore 9.30 - “I Mestieri del Mare” - Intervento di Alberto Mancini, Yacht designer premiato nel 2016 con il Compasso d'Oro dall'ADI-Associazione per il design industriale

Ore 10.10 - “I Mestieri del Mare” - Saluti in collegamento video con il Comandante della Majestic Princess, Dino Sagani

Ore 10.30 - “I Mestieri del Mare”- Intervento dello Skipper Federico Stopani dello Sail Yacht Consulting di Trieste

Ore 10.45 - Coffee Break

Ore 11.00 - Rappresentazione teatrale "La cameriera del Rex" di Pietro Spirito con Sara Alzetta. Musiche di Francesco De Luisa

Ore 11.50 - “I Mestieri del Mare” - Intervento di Francesca Malfatti, ricercatrice dell'OGS

Ore 12.30 - “I Misteri del Mare” - Intervento di Nicolò Carnimeo, docente di Diritto della Navigazione e dei Trasporti all’Università degli Studi Bari sull’inquinamento marino da plastiche

Dalle ore 9 alle ore 12 - “Mare e Rifiuti” - Attività rivolte alle Scuole Medie diretta dal WWF AMP Miramare

Dalle ore 14.00 alle ore 16.00 - “Un Mare di Biodiversità” - Attività per gli Istituti Scolastici Superiori con crediti formativi a cura dell’OGS

Ore 17.00 - Premiazioni del concorso per le Scuole sul tema "Un mare di plastica"

Ore 18.00 - “I Mestieri del Mare” - Intervento del giornalista scientifico e subacqueo, direttore responsabile di riviste di settore Romano Barluzzi - “Subacquea e divulgazione: un rapporto utile se ben costruito”

Ore 18.45 - “I Mestieri del Mare” - Intervento del giornalista scientifico e subacqueo, social media manager Leonardo D’Imporzano - “Sub 2.0 - La comunicazione dell’attività subacquea attraverso i social media”

Ore 19.30 - Vernissage della mostra pittorica di dipinti di Nello Pacchietto dedicati al Mare a cura di Giorgio Parovel della Galleria d'Arte "Art Gallery" di Trieste e dell'architetto Marianna Accerboni, critico d’arte

 

Sabato 20 maggio

Ore 9.00 - “I Misteri del Mare” - Intervento dello scrittore e accademico Nicolò Carnimeo sull'inquinamento marino da plastica e di Bruno Dumontet, curatore del progetto di monitoraggio marino sull'inquinamento da plastiche “Expedition Med”

Ore 10.00 - “I Mestieri del Mare” - Intervento di Tina Mavrič del gruppo Aquafil specializzato nella produzione di nylon6 Econyl ottenuto da materie prime rigenerate a partire da rifiuti pre/post-consumo

Ore 10.30 - Coffee Break

Ore 10.45 - Rappresentazione teatrale "L'ultimo viaggio del Baron Gautsch" di Pietro Spirito con Sara Alzetta. Musiche di Giulio Centis (produzione originale dello spettacolo del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia)

Ore 11.30 - “I Misteri e i Mestieri dei mari polari: l’Antartide”. Approfondimento a cura di OGS, DMG e MNA sez. di Trieste. Relatori: “Mare e clima in Mediterraneo e Antartide” - Miro Gacic (OGS) - “Antartide: su una nave oceanografica al confine del Mondo” - Ester Colizza (DMG-MNA) - “Un lago sotto i ghiacci. I misteri del continente bianco - la XXXII campagna di ricerca in Antartide” - Gianguido Salvi (DMG-MNA)

Ore 14.00 e fino alle 16.00 - “Le Mani in…Antartide” - Attività per gli Istituti Scolastici Superiori con crediti formativi a cura del DMG e MNA sez. di Trieste

 

 

 

Ore 15.30 (Sala Auditorium) - Seminario ASI sul tema: “Aggiornamento sulle Tecniche di Immersione sotto i ghiacci". Relatori: Manuel Ianesi, responsabile regionale ASI Sub e Luca Zeppadoro, responsabile del settore ricreativo ASI Sub

Ore 17.00 - Premiazioni del Trofeo internazionale di fotografia subacquea "Città di Trieste" - Memorial Moreno Genzo organizzato da TSD in collaborazione con il fotografo Emanuele Vitale

Ore 18.30 - “I Mestieri del Mare” - “Scuttling: tecnica di affondamento di una nave a favore dell’ambiente”. Relatori: Contrammiraglio Francesco Chionna e Sara Andreotti, biologa marina

Ore 19.15 - Presentazione del corso di Archeosub a cura del Presidente del Circolo Sommozzatori Trieste, Enrico Torlo

Ore 19.30 - “I Misteri del Gorgazzo” - Intervento del Club Sommozzatori Pordenone

Ore 20.00 - “I Mestieri del Mare” - “Lavorare con i grandi squali bianchi” - Proiezione di filmati dal Sudafrica a cura della biologa marina Sara Andreotti

 

Domenica 21 maggio

Ore 9.00 - Apertura degli spazi espositivi

Ore 9.10 - Pulizia dei fondali antistanti a Piazza Unità d'Italia (Scala Reale)

Ore 11.00 - Dimostrazioni in mare a cura delle unità cinofile della Scuola Italiana Cani Salvataggio

Ore 13.00 - Premiazione dell'operazione di pulizia III "Clean Water"

Ore 18.00 - Chiusura della manifestazione e saluti finali