Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Sport

Marcia della solidarietà

A Ruda l'evento podistico per raccogliere fondi in favore della UILDM
32375
19/01/20

Ritorna domenica 19 gennaio la riedizione della marcia della solidarietà che giunge quest’anno alla meta dei 27 anni di riproposizione.

La finalità non secondaria è quella di spingere la gente a fare della sana attività attraverso le camminate e così il primo risultato è ottenere continuazione della pratica motoria.

Ma nell’evento in programma a Ruda l’obiettivo è molto più importante e di valore: c’è anche il desiderio di aiutare gli altri a muoversi meglio, a combattere l’handicap con mezzi e ricerche.

Si parte da una lontana iniziativa partita da insegnanti e genitori delle scuole medie locali per essere poi proseguita a cura e con tutte le energie messe in campo dal compianto sportivo Franco Quargnal, nel proseguire sul percorso di aiuto all’Istituto dell’Unione Lotta alla Distrofia Muscolare di Udine.

Quando Quargnal, generoso organizzatore degli eventi sportivi del genere, cui è intitolata la giornata di rivisitazione, è andato avanti portando nel cuore anche l’indelebile esperienza della Maratona di New York, i genitori di quei primi passi non si son fermati e radunati volontari e generosi sostenitori, si è deciso che l’iniziativa andava confermata e mantenuta viva.

Iniziativa che non solo è proseguita ma si è addirittura rinforzata, raggiungendo obiettivi interessanti.

Perché le mamme di quegli scolari iniziali si son date da fare e, oltre alla proposizione di dolcetti cucinati in casa e accessibili con piccole offerte, hanno radunato innumerevoli soggetti generosi per raggiungere attraverso una ricca lotteria anche un interessante risultato economico da devolvere  alla UILDM.

Così domenica, con queste premesse, si apriranno le porte alla partecipazione della camminata di casa ACLI, di connotazione FIASP, ma con grandi collaborazioni, dalle strutture comunali a generosi appassionati di proposte sportive. Nelle due opzioni di 7 e 13 Km. Con pochi spiccioli ci sarà la possibilità di attraversare il paese di Ruda, dopo la partenza dal Ricreatorio don Valeriano Lepre dalle ore 9 alle 10, di raggiungere le rive del torrente Torre e toccare il bosco che conduce all’incontro con il fiume Isonzo, per poi fare rientro in paese non senza essersi rifocillati a base di te caldo e manicaretti vari.

Erminio Rigonat