Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

LINK

Festival del buon giornalismo
18995
Antonio Campo Dall'Orto
Trieste
piazza della Borsa
21/04 e fino al 23/04

Fra i protagonisti di Link, Premio Luchetta incontra 2017 ci sarà anche il Direttore Generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto: lo annuncia oggi il festival del buon giornalismo, in programma dal 21 al 23 aprile nella Fincantieri Newsroom di Trieste, con un centinaio di ospiti e 30 eventi fra incontri, dialoghi, lezioni magistrali, press lab, rassegne e incontri stampa. Sabato 22 aprile, alle 11.15 Antonio Campo Dall’Orto converserà sul tema “Rai, dove vai?” con il presidente FNSI Beppe Giulietti e con il presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia Cristiano Degano.  A Link 2017 la Rai, media partner del festival, proporrà varie dirette, a partire dal programma di Radio1 Rai “Italia sotto inchiesta”, in onda dalle 17.30 alle 19, condotto da Emanuela Falcetti. Ci saranno anche le dirette organizzate dai programmi della sede regionale Rai del Friuli Venezia Giulia, in programma venerdì 21 aprile dalle 13.30 alle 15 e sabato 22 aprile dalle 11.30 alle 12.30, per la conduzione di Gioia Meloni. E ampia copertura sarà garantita dalla redazione Tg Rai del Friuli Venezia Giulia, dai collegamenti e servizi di Rai News 24 e di altri Tg nazionali.  

L’attualità riletta dal “buon giornalismo” è il leitmotiv di Link, Premio Luchetta incontra 2017, che a Trieste porterà grandi protagonisti dell’informazione del nostro tempo. Un incontro specifico sarà dedicato al ‘mare’ come risorsa per il Paese e per il territorio: “E la nave va” titola il panel che impegnerà, domenica 23 aprile alle 17, il responsabile media relations Fincantieri Antonio Autorino in dialogo con l’editorialista Roberto Morelli e la giornalista del Sole 24 Ore Celestina Dominelli. Sulle ‘trincee’ più calde di queste ore si confronteranno il corrispondente Rai a Londra Stefano Tura, il Direttore Rai News Antonio Di Bella e il caporedattore di Sette Edoardo Vigna, per un’analisi in presa diretta fra Brexit, Francia al voto e Unione Europea sotto la pressione dei populismi. L’editorialista Alan Friedman, fresco autore del saggio “Questa non è l’America”, e la giornalista Tiziana Ferrario, a lungo corrispondente Rai da New York, ci accompagneranno a scoprire e capire gli Stati Uniti dell’era Trump. Corrado Augias, scrittore, saggista e commentatore del nostro tempo, sarà voce narrante di un decennio accelerato che ci ha proiettato nel futuro e in un mondo sempre più indecodificabile. Le inviate Lucia Goracci e Barbara Gruden, volti e voci familiari al pubblico delle news, ci guideranno nella polveriera del mondo: il Medio Oriente assediato da guerre e terrorismo, sospeso fra gli interventismi occidentali troppo spesso inefficaci, il decisionismo di un tutor asiatico forte e discutibile - la Russia di Putin - e la recentissima prova di forza made in Trump. Cominciò tutto in Afghanistan? La geopolitica se lo chiede spesso e pochi giorni fa è in Afghanistan che Trump ha scagliato la sua nuova intimidazione sganciando Moab, la ‘madre di tutte le bombe’: di “Afghanistanmissione incompiuta” converseranno l’inviato Rai Nico Piro e uno storico inviato, l’autore e conduttore di Terra! Toni Capuozzo.

Esplorare scenari e dinamiche del nostro tempo significa investigare con attenzione anche la rete e il suo portato ‘virale’: quali sono i fondamentali del fact checking, come destreggiarsi fra news in rete e bufale? Ci orienterà a Link la giornalista e blogger Gabriela Jacomella, cofounder di Factchekers.it, in dialogo con la direttrice del Tg2 Ida Colucci, il presidente FNSI Beppe Giulietti e il giornalista de La Stampa Beniamino Pagliaro, fondatore di Good Morning Italia. Di un’emergenza scampata e dell’uomo che ci salvò dal conflitto nucleare converserà in anteprima a Link 2017 Roberto Giacobbo, presentando “L’uomo che fermo’ l’apocalisse”. Un eroe disubbidiente ci ha salvato dal conflitto nucleare: si chiama Stanislav Evgrafovich Petrov l’uomo che ha preservato il mondo dall’annientamento. La sua storia, nei giorni che riportano inquietanti venti di guerra sul pianeta, è diventata un libro: lo firma per Rai ERI il giornalista Roberto Giacobbo, ideatore e conduttore di Voyager su Rai2: “L’uomo che fermo’ l’apocalisse”, in libreria da martedì 18 aprile, sarà presentato in anteprima venerdì 21 aprile alle 19 a Link festival. L’ingresso agli incontri di Link è libero fino ad esaurimento posti. Il programma su www.luchettaincontra.it