Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Leonte

Trieste
via San Nicolò 20
Libreria Minerva
10/02/17
18

È l'amore, quello con la A maiuscola, per la Patria e per la Vita, vissuto dal protagonista del libro, tratto da una storia vera, il cuore pulsante di “Leonte”, esordio letterario di Antonio Bettelli (Gaffi Editore, 2017) in uscita il 23 febbraio e che verrà presentato in anteprima nazionale (presenti l'autore e l'editore Alberto Gaffi) venerdì 10 febbraio alla Libreria Minerva di via San Nicolò 20 a Trieste alle ore 18 con un intervento del poeta Christian Sinicco. Modererà l'incontro il giornalista Gianfranco Terzoli

“Leonte” è un romanzo che il generale Antonio Bettelli ha scritto sulla rinascita, più che sulle vicende umane e professionali, del giovane soldato Giovanni Memoli, rimasto cieco a 28 anni dopo l’attentato subito il 27 maggio del 2011.

L’episodio terroristico narrato è avvenuto durante un giro di perlustrazione compito sulla strada fra Sidone e Beirut (a 40 km. dalla capitale) durante la missione di pace Leonte e proprio nel giorno in cui si celebrava la “Giornata internazionale dei peacekeeper delle Nazioni Unite”, nella quale i Caschi Blu commemorano i colleghi uccisi in missione in tutto il mondo.

Giovanni Memoli, 28enne di Bitonto, nell’esplosione perse un occhio e praticamente la vista dell’altro, ma oggi - grazie alla sua tenacia e alla ferma volontà del suo generale (lo stesso autore Antonio Bettelli) è ritornato a servire l’esercito nei “Ruoli d’onore”.

Nel 2013 Memoli è stato insignito della Croce d’onore alle vittime di atti di terrorismo o di atti ostili impegnate in operazioni militari e civili all’estero e quest’anno il Crest dal sindaco della sua città, Bitonto.