Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Kenneth Broberg

A Sacile il vincitore della medaglia d'argento al prestigioso "Van Cliburn"
23533
Sacile
via Ronche 47
Fazioli Concert Hall
16/02/18
20.45

Debutterà alla Fazioli Concert Hall, venerdì 16 febbraio, il ventitreenne Kenneth Broberg, pianista che si è messo in luce dopo le fortunate apparizioni ai concorsi di Hastings, Seattle, New Orleans e Sydney, dove è risultato fra i finalisti. I riflettori della critica internazionale si sono definitivamente puntati su di lui dopo la conquista della medaglia d'argento al prestigioso "Van Cliburn" di Forth Worth, Texas, nel giugno 2017.
Originario di Minneapolis, Broberg ha coltivato il suo amore per il pianoforte sin da bambino, dimostrando di essere irreparabilmente attratto da quel pianoforte verticale che a casa nessun’altro suonava. I genitori decisero dunque di avviarlo allo studio dello strumento, prima con Joseph Zins, poi alla University of Houston’s Moores School of Music, dove ha conseguito la Laurea con Nancy Weems nel 2016. Appassionato di sport e musica jazz e assiduo lettore, attualmente Broberg vive in Missouri dove studia con Stanislav Ioudenitch alla Park University. Del suo modo di suonare restano impressi la fantasiosa definizione dei temi, il risalto con cui plasma le voci più interne e l’incessante senso di slancio che conferisce alle sue interpretazioni. Come solista è richiesto negli Stati Uniti e in Europa. Ha registrato per le emittenti australiane NPR e ABC e diverse sue esecuzioni sono state incluse nei CD del Concorso di Sydney 2016, pubblicati da Universal Music.

In programmma la Toccata in do minore, BWV 911 di Johann Sebastian Bach, i Quattro Improvvisi op. 90 di Franz Schubert, la trascrizione per pianoforte di Harold Bauer del Preludio, Fuga e Variazioni op. 18 di César Franck, la Sonata "Night Wind" di Nikolai Medtner.