Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Chi sono?

Esposte le opere del giovane artista afgano
34550
Hamed Darek davanti a una delle sue opere
Turriaco

Municipio
06/07/20
orario apertura municipio

Altre date

11/07/20 - Turriaco
13/07/20 - Turriaco
14/07/20 - Turriaco
15/07/20 - Turriaco

La data del 20 giugno, giornata internazionale del rifugiato istituita dalle Nazioni Unite, è stata ultimamente sempre oggetto di celebrazione a Turriaco e lo sarà anche quest'anno. In tale giorno sarà aperta ufficialmente "Chi sono?" una esposizione pittorica presso l'atrio del municipio dedicata al tema.

L'autore è un giovane afghano, ospite attualmente presso la struttura di Turriaco, Abdul Haya Hamed, in arte Hamed Darek: le sue opere sono essenzialmente oli su tela, per lo più ritratti carichi di colori e di emozioni.

L'iniziativa dell'Amministrazione Comunale in collaborazione con Duemilauno Agenzia Sociale, attiva a Turriaco sin dall'apertura del CAS, ha ottenuto il plauso del prefetto Marchesiello che conosce le travagliate vicende di Abdul, il 26enne nato a Bamyan, a poco più di 200 Km da Kabul, la città dei grandi Buddha distrutti dai talebani. Rimasto orfano, Abdul emigra in Germania e quindi in Italia, continuando a dedicarsi alla pittura, crescendo come artista con il maestro iraniano Ahmadi e con l'italiano Renato Elia (Helias das Licht), ed esponendo già nel 2016 in Germania, a Kitzingen, e poi a Gorizia e Trieste.

Volti tristi, occhi penetranti, capi chini; un incedere lento, un abbraccio, un gesto quotidiano; sono questi gli spunti per i suoi ritratti, per scene di normalissima vita, minacciata, interrotta, distrutta dall'integralismo e dalla guerra. Ma tra l'infinita tristezza di quegli sguardi rimane un pensiero di speranza: la stessa che ci auguriamo per
Hamed Darek che vorrebbe poter rimanere qui, legalmente, e condurre la vita di artista che ha sognato per sé. E invece, come segnala l'operatore Luca Meneghesso, che si è preso a cuore il destino di questo giovane afghano, rischia l'espulsione in Germania e il rimpatrio.

Viste le disposizioni anti Covid-19 non ci sarà una cerimonia di inaugurazione, tuttavia fino al 15 luglio prossimo sarà possibile visitare la mostra nei consueti orari d'ufficio, ora che il Municipio è nuovamente aperto al pubblico. Verrà anche realizzato un piccolo video con intervista per favorire la diffusione del messaggio in occasione della Giornata Internazionale del Rifugiato attraverso i canali istituzionali.

La mostra di Turriaco sarà trasferita dopo il 15 luglio a Romans d'Isonzo grazie all'interessamento dell'Amministrazione Comunale e di Murice Società Cooperativa Sociale.

Livio Nonis