Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

L'arte: qualcosa di prezioso

A Monfalcone la mostra collettiva di artisti giuliani
28982
Monfalcone
via Duca d'Aosta 83
Caffè Carducci
23/04/19
7.30-22

Altre date

19/04/19 - Monfalcone
20/04/19 - Monfalcone
21/04/19 - Monfalcone
24/04/19 - Monfalcone
25/04/19 - Monfalcone

Quest'anno la gallerista triestina Gabriella Machne e tutti gli artisti e amici del “Gruppo Amici Amèbe” dell'Atelier Bottega d'arte Amèbe di via Bramante a Trieste festeggiano insieme i dieci anni di mostre, sia collettive che personali, ospitate presso l'Angolo di Maritani, lo spazio espositivo del Caffè Storico Carducci di via duca d'Aosta 83 a Monfalcone, inaugurando una mostra collettiva.
Tra pittura e fotografia, tanti sono gli artisti del terrtorio giuliano che Gabriella Machne ha avuto il piacere di proporre e presentare in questo storico caffè nella città dei cantieri in questo decennio . E la locandina di questa collettiva, simbolicamente, vuole essere un omaggio a tutti loro. Un grazie particolare da parte della curatrice della mostra viene dedicata a tutto lo staff organizzativa Maritani  di aver saputo creare un ambiente accogliente e amichevole, consolidando ancora di più il rapporto di collaborazione artistica fra territorio isontino e triestino.
Il titolo della collettiva “L'Arte: qualcosa di prezioso” richiama il titolo di quella prima mostra collettiva allestita nel 2009 e che s'intitolava “Qualcosa di prezioso”.
E qualcosa di prezioso sono tutti i quadri esposti; frutto del talento, della creatività e della fantasia degli artisti che si esprimono con tanti stili, tante emozioni e tanti colori.
Espongono: Ondina Altran, Fabrizio Brescia, Nevia Brosich, Susanna De Vito, Pasquale D'Ambrosio, Flavia Fragiacomo, Carla Fiocchi, Mirella Granduc, Gabriella Machne e Alberto Schettino

La mostra potrà essere visitata continuamente fino a giovedì 25 aprile dalle 7.30 alle 22.00, escluso il lunedi.