Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Mare

A Monfalcone esposte le opere di Luciano Andreotti
30914
Luciano Andreotti
Monfalcone
via Barbarigo 26
Società Monfalconese di Mutuo Soccorso
27/09/19
8.30-12.30/17-20.30

Riparte la stagione culturale della Società Monfalconese di Mutuo Soccorso, un intenso periodo autunnale con numerose iniziative che sono previste nei mesi di settembre e ottobre.

Si inizia con una mostra di pittura, a esporre sarà l’artista Luciano Andreotti che presenterà una rassegna dei suoi quadri intitolata “Mare”. L'inaugurazione si terrà venerdì 13 settembre alle ore 18 presso la sala espositiva della SMMS in via Barbarigo 26 a Monfalcone e rimarrà aperta, nei giorni feriali, fino il 27 settembre con i seguenti orari: la mattina dalle 8.30 alle 12.30 nel pomeriggio dalle 17 alle 20.30.

Luciano Andreotti è nato a Ferrara nel 1942, ha iniziato a dipingere nel 1970 spinto dall’esigenza di esprimere con i colori, sentimenti ed emozioni del suo vissuto. Fino al 1981 la pittura raffigura per Luciano un intimo rifugio alla quotidianità scandita dagli orari della fabbrica dove svolge compiti di responsabile di produzione. Gli anni ’80 rappresentano la svolta. Si trasferisce con la famiglia a Pordenone dove frequenta la galleria d’arte Grigoletti e conosce il pittore Ottavio Sgubin e gli artisti locali. Gli anni ’90 sono caratterizzati da opere luminose, marine, paesaggi fantastici o ispirati alle guerre nei Balcani e in Iraq. A metà degli anni ’90 la ricerca del colore come unico mezzo per esprimere emozioni e sentimenti lo porta allo stallo. Le opere non lo soddisfano, i chiaroscuri non rispecchiano esattamente l’immagine interiore e l’artista si rinchiude in sé stesso rifiutandosi di esporre. Finalmente, dopo un periodo di ricerca fra diverse tecniche pittoriche, e dopo un soggiorno trascorso nella selvaggia Corsica, riprende a dipingere scoprendo la luminosità delle marine. Nascono così gli oli su tela più luminosi di tutta la sua produzione artistica e decide di esporli in una personale a Palazzo Biglia di Sacile con il patrocinio del Comune e della Pro Loco nel 2002. Da allora lavora esclusivamente alla ricerca della luce nel paesaggio prediligendo gli ampi spazi, come ondulate colline e infiniti azzurri orizzonti. Partecipa a molte esposizioni personali e collettive, oltre che a Ferrara, Treviso, Portobuffolè, Arta Terme, Pordenone, Manciano anche a Monfalcone e a Gradisca d’Isonzo, e partecipa a diversi concorsi nazionali e locali.

“I suoi paesaggi incantati, rispecchiano un senso creativo di bella scelta e gusto, spiegabili negli effetti di luce e nelle spiritualizzazioni delle immagini che, sempre con il segno disegnativo e la proprietà coloristica, puntualizzano il contenuto pregnante dell’opera.” (Rino Boccaccini, Ferrara 22 gennaio 1983).
Livio Nonis