Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Folklore

Festa del Rosmarino

A San Canzian seconda edizione dell'evento tra cultura, degustazioni e sport
30828
San Canzian d'Isonzo

Area ricreatorio parrocchiale
14/09/19

Il rosmarino è una pianta che stimola senza coprire, profuma con sobrietà, rinvigorisce accompagnando, mai coprendo, quasi calibrando i propri effluvi sulla personalità dell’ingrediente con cui divide il fondo della padella o della teglia al forno.

Un’antica usanza definisce gli abitanti di alcune frazioni del comune di San Canzian d’Isonzo con degli aggettivi che derivano da caratteristiche, pregi e difetti, proprie del luogo: a Pieris, il soprannome degli abitanti era “canari” (tagliatori di canne), a Begliano era “quei de la britula” (falcetto), a San Canzian “quei del rosmarin”. È da questo che un gruppo di persone ha avuto l'idea di dare il via alla Festa del Rosmarino. Una idea che raggruppa il ludico e dilettevole a momenti di approfondimento culturale sia della pianta sia del territorio dove si svolge l’evento.

Organizzata dalla società di basket “Polisportiva Isontina” in collaborazione con Gelateria Itatiba e con la partecipazione della parrocchia dei Santi Canziani Martiri e di tutti i commercianti del paese, sabato 14 settembre prende il via la seconda ”Festa del Rosmarino” con sottotitolo “tanti colori senza colori”.

La sede dell'evento è tutta la zona del ricreatorio della parrocchia che comprende un campo di basket e un campetto di calcio; gli organizzatori hanno voluto dar nuovamente luce a questo luogo che, dopo gli anni nei quali l'associazione “Le Grodate” organizzava molte giornate ludico/sportive, non era più stato impiegato con la frequenza di una volta. Ora i ragazzini e le ragazzine sono tornate a calpestare l'erba verde del campo di calcio e a calcare il cemento del campo di basket.

La festa inizierà alle 15 con un laboratorio per bambini con “Il mega mosaico” a cura di Antonella Del Bianco, a seguire giocoleria e caccia al tesoro nella storia. Verso le 17 inizierà – a cura di un gruppo di appassionati di archeologia e storia – una visita guidata alla chiesa di San Proto risalente almeno al 1521, a battistero e antiquarium.

Seguirà, alle 18, una partita di pallacanestro dove saranno a confronto un team di genitori contro un altro ancora più agguerrito, quello dei figli.

Seguirà una conferenza sulla storia e proprietà del rosmarino presso il giardino della Gelateria Itatiba; a seguire aperi-cena Focaccia al rosmarino e “spritz violetto”. Concluderà la serata alle 21 il concerto dei “Magia da terra” con musiche dal sud del mondo. Per tutta il pomeriggio e serata saranno aperti chioschi “a-Tema rosmarino” saranno presenti anche associazioni di volontariato locale.

Livio Nonis