Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Young

Favole al telefono

Una fiaba in musica per tutta la famiglia
31754
24/11/19
16
5
Gorizia
via Garibaldi 2/a
Gorizia

A cent'anni dalla nascita di Gianni Rodari, Fondazione Aida di Verona, The Bernstein School of Musical Theatre di Bologna e il Centro Servizi Culturali Santa Chiara di Trento rendono omaggio al grande scrittore con il family show Favole al Telefono. La fiaba in musica dedicata a tutta la famiglia, che raccoglie alcune delle più celebri favole e filastrocche di Rodari inserendole in una trama originale, sarà al Teatro Verdi di Gorizia domenica 24 novembre alle 16, come secondo appuntamento di Verdi Young Pomeridiane

Sono storie quelle di Rodari che non conoscono il passare del tempo, che conservano immutate le doti originali di eleganza, di ironia, di freschezza che da sempre costituiscono i punti di forza di quella inesauribile capacità di invenzione che l’autore sapeva coniugare con la puntuale, seria e civile osservazione della realtà contemporanea. Protagonista dello spettacolo è Giovannino, un ragazzino particolarmente curioso e dalla spiccata fantasia, che ha ritrovato in cantina il vecchio telefono della mamma, a cui, quando era bambina, il nonno era solito chiamarla per raccontarle ogni sera una favola prima di dormire. Ma quello strano apparecchio è così complicato con quella tastiera a disco, non funziona come il suo smartphone dove tutte le cose come le foto, la app, ecc. sono sempre facilmente accessibili. E così, per farsi aiutare, Giovannino ha deciso di portarlo a far riparare in un vecchio negozio di telefoni usati: gli Aggiusta Telefoni. Qui incontrerà quattro strani personaggi (lo scorbutico Conte Cornetta, la bizzarra Madame Phonè, la stralunata Biancapagina e l'intraprendente Gettone) grazie a cui le favole torneranno magicamente a prendere vita sulla scena sotto forma di canzoni, di racconti, di filastrocche, di piccoli numeri di varietà. Così si potranno risvegliare anche la voglia di inventare e di giocare con la fantasia, forse anche loro ormai da troppo tempo rimaste addormentate.