Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Luce perfetta

(ph. Ufficio stampa Volpe Sain)
Lignano Sabbiadoro
PalaPineta
30/07/15
18.30

Marcello Fois sarà protagonista di un incontro dedicato alla sua ultima prova narrativa, Luce perfetta, terza parte della saga della famiglia Chironi dopo Stirpe e Nel tempo di mezzo. Gli anni Ottanta tra citazioni letterarie, musica pop e  vicende legate alla storia nazionale recente in una Sardegna  che fa i conti  con il passato:  Luce perfetta è un romanzo che pone domande sulla contemporaneità e sul tempo in una continua tensione drammatica servita da una struttura rigorosa, grande ritmo e da una  scrittura sempre tesa e  vigile. L’incontro sarà accompagnato dai grandi vini dell’azienda Ca’ Ronesca, selezionati dall’enologo Giovanni Munisso. Ingresso libero,

Una storia che alla fine è una grande testimonianza d'amore dello scrittore per la sua terra, di cui narra l'epopea dai tempi dell'intenso, forte e poetico ''Memoria del vuoto'' sulla storia del brigante Michele Stocchino. Anche i Chironi si costruiscono una loro fiera identità: il loro impero sembra sempre debba sfuggirgli tra le mani nel trascorrere delle generazioni, nel succedersi degli avvenimenti, nel procedere della storia tra guerre, ricostruzione, boom economico e, infine, fra i segni del terrorismo fino a mani pulite e oltre, alla seconda repubblica, col corrompersi del mondo e delle persone, tra degrado morale, soldi sporchi, finanze e politica spregiudicata. Una modernizzazione cui la Sardegna si adegua, preda di lottizzazioni selvagge, di politici ambiziosi e indagati, di ricatti e pressioni. Luce perfetta è un insieme di avvincenti vicende diverse come le sa raccontare Fois, maestro di trame gialle e soprattutto indagatore di quanto di insondabile c'è nell'animo umano, che procede spostando e incastrando tempi e avvenimenti, sorvolando e fissandosi su alcuni particolari che poi prendono significato, tra memoria e ossessioni dei suoi personaggi, tra passioni ed egoismi, tra odi e sensi di colpa, vendetta e perdono, sentimenti primari, assoluti, così che i Chironi diventino esemplari di una vicenda che si fa epica.