Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Folklore

Sagra delle Patate di Godia

Ritornano gli gnocchi fatti a mano e altre specialità
30555
Udine

Godia
05/09 e fino al 08/09

Altre date

Torna anche quest'anno la Sagra delle Patate di Godia, giunta alla 43ma edizione. Il 2019 sarà all’insegna del potenziamento del servizio: «Stiamo lavorando all’ampliamento della sezione dedicata agli gnocchi – spiega Luca Tonutti, presidente del Comitato festeggiamenti –, che sono il piatto più richiesto. Grazie al supporto prezioso dei nostri volontari, contiamo quindi di poter servire sempre meglio i tanti appassionati che ogni anno ci fanno visita».

Se gli gnocchi rimangono la “chicca” della Sagra, non mancheranno comunque gli altri piatti e bevande della tradizione: patate fritte, carne alla griglia, polenta, frico, vini locali, dolci e birre artigianali – che fanno il paio con la sempre gettonatissima pesca gastronomica.

La Sagra di Godia non è però solo gastronomia e offre anche quest’anno un ricco programma ricreativo e culturale. Tutte le giornate saranno infatti accompagnate da musica dal vivo e intrattenimento per tutti i gusti – con grande ritorno de I Gel, che hanno spopolato lo scorso anno –, con la serata giovani giovedì 5; così come si confermano i tradizionali appuntamenti della caccia al tesoro per bambini “Tra Godie e la Tor” sabato 31 agosto e del concorso “La patata più pesante” domenica 8 settembre. Cambio della guardia in quanto a date, invece, per la tradizionale processione di Sant’Antonio accompagnata dalla Banda di Pavia di Udine: si terrà infatti nella prima domenica di Sagra, il 1 settembre. Spazio anche allo sport – domenica 8 settembre l'Asd Keep Moving Udine ripropone la manifestazione ludico-motoria aperta a tutti “A tor pa Tor”, che con percorsi di diversa lunghezza vuole condurre a scoprire mulini, rogge e orti urbani. Non mancheranno nemmeno le tradizionali mostre: quest’anno, grazie all’apporto del Dopolavoro Ferroviario, ci si potrà dilettare tra modellini di treni e affini.

Per tutte le informazioni e gli aggiornamenti sul programma, vi invitiamo a seguire il sito www.sagradigodia.it e la pagina Facebook.